Contratto preliminare – Differenza tra acconto e caparra – 2 consigli

Se devi sottoscrivere un contratto preliminare per acquistare un immobile, saprai che al momento della firma dovrai corrispondere al venditore un anticipo sul prezzo.

Questo anticipo potrà essere qualificato o come acconto o come caparra confirmatoria.

Nel caso in cui sull’atto ci sia scritto che questo anticipo è un ACCONTO, nel caso in cui il compratore verrà meno, il venditore dovrà comunque restituire queste somme non potrà trattenerle.

Quindi, se al momento del preliminare ho lasciato un acconto, ad esempio, di €.10.000,00 e poi decido di non procedere con il rogito, il venditore dovrà necessariamente restituirmi questi soldi, non potrà in nessun caso trattenerli.

Se, invece, nel contratto preliminare, quest’anticipo è indicato come CAPARRA CONFIRMATORIA:

  • nel caso in cui il compratore decida di non comprare più e, quindi, di non fare più il rogito, il venditore sarà autorizzato a trattenere la caparra che, quindi, verrà persa dal compratore che non potrà far nulla per recuperarla.
  • nel caso in cui invece, a venire meno sia il venditore, questi sarà tenuto a pagare al compratore un importo pari al doppio della caparra versata.

A questo punto, ti do due consigli:

I consiglio

Se sei il compratore chiedi al notaio di inserire nel contratto preliminare che l’anticipo sul prezzo verrà versato a titolo di acconto, in questa maniera potrai ritirarti quando vorrai dall’operazione senza pagare alcuna conseguenza immediata (sul punto però ti preciso che il venditore potrebbe sempre chiederti un risarcimento del danno. Questa è un’ipotesi sempre possibile, ma, poi bisognerà vedere se il venditore vorrà perseguirla).

II consiglio

Se sei il venditore, invece, insisti perché l’importo anticipato sia espressamente indicato come caparra confirmatoria. In questa maniera avrai vincolato maggiormente il compratore e se dovesse venir meno avrai guadagnato l’importo della caparra senza aver venduto l’immobile che, quindi, potrai rivendere ad altri.

Ricorda in ogni caso che se nel contratto preliminare non viene indicato nulla l’anticipo sul prezzo viene ritenuto sempre e comunque un acconto.

Questi piccoli accorgimenti, insieme a tanti altri che potrei suggerirti, sono davvero molto preziosi e possono davvero evitarti moltissimi problemi e possono facilitarti nel raggiungimento dei tuoi obiettivi.

SE HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA, SCOPRI LE NOSTRE REGOLE CLICCA QUI