Asta giudiziaria: come funziona la gara d’asta?

Quando partecipi ad un’asta giudiziaria ed hai presentato la tua offerta, che risulta essere valida, cosa accade?

Se tu non sei l’unico offerente (ipotesi precedentemente già affrontata, clicca qui) ma vi sono più offerte, allora si procede alla gara tra gli offerenti.

I rilanci

Tutti i soggetti che hanno presentato delle offerte partecipano ad un’asta vera e propria attraverso dei rilanci. Ovviamente il prezzo di partenza è il prezzo più alto che era stato offerto.

Esempio. Vi sono 5 offerenti, il prezzo più basso offerto è 75.000 euro ed il più alto 79.000 euro. In tal caso il prezzo da cui si partirà è 79.000 euro.

La gara funziona a rilanci, dei rilanci minimi il cui importo minimo viene individuato nell’avviso di vendita.

Esempio. Può essere previsto un rilancio minimo di 2.000 euro. Quindi io che magari ho fatto una tra le offerte più basse, per poter rilanciare (offrendo un prezzo più alto rispetto all’offerta più alta di 79.000 euro assunta come prezzo di partenza) dovrò fare un’offerta di almeno 81.000 euro.

Dopo il primo rilancio ovviamente si dispone di un tempo, che deve essere prestabilito con precisione dal delegato, per i successivi rilanci.
Normalmente si tratta dei canonici 3 minuti ma può essere anche fissato un tempo inferiore o superiore.

A quel punto si passerà di rilancio in rilancio fino a quando l’offerente che avrà fatto l’offerta più alta di regola diventerà l’aggiudicatario dell’immobile.

Il mio consiglio.

Quando partecipi ad un’asta devi sapere esattamente qual è il tuo limite d’uscita, cioè il prezzo oltre il quale tu non sei disposto a rilanciare. Non devi farti prendere dal gioco dei rilanci ma devi rispettare fermamente il prezzo limite d’uscita che ti sei posto.

Il tuo interesse è quello di riuscire ad aggiudicarti un immobile entro il prezzo che ti sei dato che dovrai aver stabilito con precisione in precedenza. Dunque non devi lasciarti coinvolgere emotivamente dal gioco dei rilanci perchè rischi di danneggiarti seriamente.

SE HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA, SCOPRI LE NOSTRE REGOLE CLICCA QUI